Athletics and Recreation

Evangelion: i migliori videogiochi della serie di Hideaki Anno

Evangelion: i migliori videogiochi della serie di Hideaki Anno



dopo oltre vent'anni neon genesis
evangelion è una serie ancora amata da tutti
di recente l'anime è tornato agli onori della cronaca per la controversa
questione dell'adattamento di netflix ma quest'oggi vogliamo concentrarci su un
altro aspetto parlando di tutte le rappresentazioni di neo tokyo 3 nei
videogiochi purtroppo come vedremo di rado questi
time sono arrivati in occidente ma in vista del recente rilancio dell'anime
quale occasione migliore per riscoprire l'opera di idea che hanno sotto una luce
diversa come di consueto vi invitiamo a
iscrivervi al canale e attivare la campanella delle notifiche
detto questo non ci resta che darvi il benvenuto alla storia del videogame
dedicati a neon genesis evangelion il primo titolo ispirato alla saga di idea
che hanno è forse impression pubblicato su sega saturn per il solo mercato
giapponese nel 1996 l'avventura si presentava come un
episodio totalmente originale della serie televisiva da affrontare nei panni
di shinji ikari impegnato nella lotta contro un nuovo angelo in questo time
erano presenti diverse scene animate create da gainax la stessa azienda che
ha prodotto l'anime l'interazione era minima e tutto il combattimento era
gestito tramite menu statici ma resta pur sempre l'esordio di neon genesis
evangelion nel mondo dei videogiochi che generò poi un sequel
l'anno successivo per la medesima console nel 1998 e mandello non venne
trasportato nel mondo delle big one novel con air france of steel anche noto
col nome di iron maiden questa avventura venne introdotta un'eroina totalmente
l'inedita la studentessa manna kirishima che da subito si invaghì ba di shinji si
tratta di una produzione che non si concentrava sulle vicende dell'opera e
l'accento era posto sulle relazioni amorose tra i vari personaggi ognuno
dotato di una diversa caratterizzazione anche per questa trasposizione venne
realizzato un altro episodio pubblicato nel 2005 su playstation 2 che
rielaborava la medesima trama e aggiungeva un finale inedito per vivere
un po di azioni a bordo del proprio eva la community nipponica ha dovuto
attendere fino al 1999 quando venne commercializzato nei genesis evangelion
64 sulla console nintendo attraverso 13 missioni differenti
ogni giocatore poteva rivivere la maggior parte delle battaglie più
celebri dell'anime con un gameplay suddiviso in due fasi ben precise dagli
scontri corpo a corpo con visuale laterale allo shooting in prima persona
scelta di riproporre le scene più famose dello show con l'engine del gioco fu
molto apprezzato dai fan che finalmente potevano prendere direttamente il
controllo dei match in poche parole una produzione
rispettosa del materiale di partenza ed è un peccato che non abbia mai superato
i confini del mercato giapponese dopo l'episodio per nintendo 64
per alcuni anni non si videro altri progetti realizzati con la medesima cura
fatta eccezione per qualche prodotto di nicchia vicino ai gusti dell'utenza
orientale per esempio vennero realizzati card game e versioni del mahjong a tema
evangelion oltre a qualche peculiare talking drum le scazzottate e
fantascientifiche tornarono nel 2003 con neon genesis evangelion due pubbliche da
bandai a differenza del capitolo per console
nintendo il titolo per ps2 era un jedi al pg in cui esplorare i laboratori
della nerv e dialogare con tutto il cast dell'opera di anno le battaglie però
avvenivano su una semplice mappa di neo tokyo 3 sulla quale il proprio eva era
rappresentato da un'icona una volta ha incontrato un angelo il combattimento
veniva gestito tramite menu con brevi cutscene realizzate con l'engine del
gioco a intervallare le diverse azioni la loro generale venne impreziosita da
materiale inedito che diede però diversi grattacapi alla fanbase divisa nel
considerare questi elementi canonici o meno
inoltre a seguito del buon risultato commerciale venne realizzato un porting
per psp con alcuni livelli extra in seguito nel 2004 venne pubblicato su pc
da shinji ikari racing project che similmente iron maiden era incentrato
più sulla vita scolastica che sulla guerra contro gli angeli nonostante il
suo focus differente alcune lotte erano presenti ma il tutto era gestito tramite
menu statici e l'interazione era ridotta al minimo
l'intera trama era basata su un universo alternativo intravisto nella serie tv
nello specifico nel 26esimo episodio in seguito venne realizzato un manga
omonimo ispirato proprio alla co narrative visto nel videogame sul fronte del gameplay successivamente
i time tornarono su canoni apprezzati dal pubblico orientale come le
immancabili visual novel sono un esempio secret of evangelion e detective
evangelion nel 2007 al contrario gainax torno sviluppare un nuovo titolo
dedicato all'opera di anno continuando a esplorare generi differenti questo il
caso di battle orchestra l'esordio della serie nel genere dei picchiaduro nel
roster figuravano tutti i match è più celebri e tra i combattenti
selezionabili c'erano persino diversi angeli in seguito lo stesso publisher di
bath l'orchestra fece approdare evangelion anche su nintendo ds con pc
eva un progetto parodistico con personaggi super deformed l'ultima
produzione degna di nota pubblicata sempre su ps2 da bandai namco nel 2009 è
già in questa avventura si ritornava all'engine intravisto in neon genesis
evangelion 2 ma a differenza di quel capitolo che era incentrato sulle
vicende della serie tv joe adattava la trama del lungometraggio you are not
alone la campania però inseriva anche degli elementi originali come la
presenza di asca che sarebbe poi apparsa nel film successivo della quadrilogia
annunciata danno per il resto le meccaniche dell'episodio
commercializzato nel 2009 puntavano sul combattimento in tempo reale con combo e
mosse speciali realizzate con cui da anni bent successivamente ad eccezione
di un writer game realizzato da sud attivit di juan e di un'avventura
gratuita per browser nel 2012 il rapporto tra i videogiochi è né un game
system anghelion si è interrotto quasi tutti i tie in realizzati sono sempre
stati un esclusiva del mercato nipponico e anche se oggi la serie potrebbe essere
pronta per una nuova e nascita sembra che nessuno voglia rischiare di
produrre un titolo collegato a una fanbase considerata di nicchia
eppure non c'è dubbio che molti vorrebbero comandare almeno una volta un
poderoso eva contro gli angeli


Reader Comments

  1. Prima che tutti commentino si pronuncia "Meca" non "mecia", perché sebbene i giapponesi la prnuncino così la parola è latina e ha la stessa radice di meccanica, mentre no la rossa si chiama Aska non "Asuka" perché i giapponesi tendono (semplificando molto per evitare di scrivere un papiro) a infilare tra due consonanti una U che seppure non viene pronunciata aiuta i giapponesi a pronunciare correttamente le parole

  2. non dedicato ad EVA ma comunque un gioco dove possiamo comandarne uno Sūpā Robotto Taisen (copio dalla wiki) come menzione d'onore dai! 🙂 grande video, prenderò un emulatore per riprendere in mano alcuni di questi!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *